Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_karachi

Visti

 

Visti

VISTI

INFORMAZIONI PRATICHE PER I RESIDENTI IN SINDH E IN BALUCHISTAN

Il Consolato d'Italia a Karachi puo' accettare domande di visto esclusivamente da persone legalmente residenti in Sindh o nel Baluchistan. 
Se siete in possesso di un permesso di soggiorno valido per un Paese diverso dal Pakistan (ad es. perche’ lavorate all’estero) il vostro centro di interessi non e’ piu’ il Pakistan.  Pertanto dovrete richiedere il visto di ingresso al Consolato d’Italia nel vostro Paese di residenza e non in Pakistan. Il Consolato potra’ chiedere di esibire tutti i documenti aggiuntivi per provare l’effettiva ed attuale residenza in Pakistan.  

Potete chiedere il visto d’ingresso al Consolato d’Italia in Karachi soltanto se: 
1) l’Italia
 rappresenta la destinazione principale o la ragione essenziale del vostro viaggio, oppure 
2) visitate più Paesi dell’area Schengen ma l’Italia rappresenta il Paese in cui trascorrerete la maggior parte del tempo, oppure
3) avete intenzione di visitare più Paesi dell’Area Schengen e trascorrere un numero uguale di giorni in diversi Paesi Schengen, ma l’Italia è il Paese di primo ingresso. 

L’Ufficio Visti è aperto dal lunedi' al venerdi' dalle ore 09,00 alle 12,00 ed é accessibile su appuntamento esclusivamente in tale fascia oraria.
L'appuntamento deve essere preso un mese prima di presentare domanda all'Ufficio Visti del Consolato.

I residenti nello Stato del Sindh e del Baluchistan possono inoltrare le loro richieste di visto anche per il tramite la seguente agenzia di outsourcing:

Italy Visa Application Centre
Bahria Complex IV, 4th Floor,
Main Chaudhary Khaliq UZ Zaman Road. Gizri, Clifton,
Karachi
- helpline
0900-07860 (landline)
9999 (mobile)
- e-mail: infoitalypk@vfshelpline.com
- website: http://www.italyvisa-pakistan.com/



Le domande di visto devono essere compilate e presentate personalmente dai richiedenti al Consolato o alle Agenzie di raccolta. Nessuna Agenzia di Viaggio e' autorizzata ad accettare le domande di visto e a consegnarle al Consolato o all'Agenzia di raccolta. 

Per qualsiasi altra informazione gli utenti possono inviare un messaggio al seguente indirizzo di posta elettronica visti.karachi@esteri.it.

IMPORTANTE: i messaggi nei quali non verranno indicati la data di nascita, il numero di passaporto e validi recapiti telefonici e indirizzi di posta elettronica dei richiedenti non verranno tenuti in considerazione.

Il Consolato e' autorizzato a rilasciare il visto soltanto al termine di una procedura informatizzata che puo' durare fino a 10 giorni lavorativi (al netto dei giorni festivi e dei fine settimana). 
Non e' possibile in alcun modo per il Consolato accelerare o ridurre i tempi di tale processo, che comporta accurati controlli da parte dei Partner Schengen.
Si suggerisce vivamente di presentare la domanda di visto almeno tre o quatto settimane prima della prevista data di partenza.
E' possibile richiedere un visto d'ingresso anche 90 giorni prima della presunta data di arrivo in Italia.

Si prega di non telefonare o inviare messaggi per conoscere lo stato delle pratiche di visto: non e' possibile rispondere a tali richieste. 

Il Consolato d'Italia a Karachi puo' accettare domande di visto esclusivamente da persone residenti legalmente nel Sindh o nel Baluchistan. I residenti un altre regioni del Pakistan devono rivolgersi all'Ufficio Visti dell'Ambasciata d'Italia in Islamabad http://www.ambislamabad.esteri.it .

NOTE:
a)
 il passaporto deve avere una validita' di tre mesi superiore alla data di uscita dal territorio Schengen;
b) la domanda di visto puo' essere presentata non prima di 90 giorni prima della data di arrivo in Italia;
c) Il Consolato ha la facolta’ di valutare la documentazione presentata e chiedere di integrarla. Qualora la documentazione integrativa non venga consegnata entro otto giorni dalla richiesta la domanda di visto verra’ respinta;
d)
 la presentazione della domanda non garantisce l’automatica concessione del visto.

IMPORTANTE:
una volta che il visto e' stato richiesto il passaporto deve rimanere al Consolato d'Italia in Karachi fino al momento in cui il visto verra' concesso o rifiutato.

Soltanto in caso di particolari, urgenti e motivate circostanze il passaporto puo' essere temporaneamente restituito al richiedente. 

REPORT BACK 

Il Consolato puo' chiedere alla persona che ha ottenuto un visto di ripresentarsi all'Ufficio Visti al rientro dall'Italia (report back). Si suggerisce di seguire scrupolosamente quest'invito. La mancata ripresentazione nei tempi previstii potra', infatti, influire negativamente su successive richieste di visto d'ingresso. 

PASSAPORTI PACHISTANI RINNOVATI CON L'APPOSIZIONE DI UN SEMPLICE TIMBRO 
NON POSSONO ESSERE ACCETTATI.

Diritti e doveri dello straniero relativi all'ingresso e soggiorno di breve durata in territorio Schengen (fino a 90 giorni) e/o per un soggiorno di lunga durata (oltre i 90 giorni)

-          Formulario per la domanda di visto

-          Formulario per le informazioni personali (Obbligatorio) 

-          Facsimile fotografia visti 

-          ATTENZIONE La foto deve essere stata scattata negli ultimi sei mesi, deve avere lo sfondo bianco ed essere                    senza bordo.

Il Consolato Generale d’Italia a Karachi rappresenta la Grecia e Malta per il rilascio dei visti Schengen di breve durata esclusivamente per i residenti nelle Province del Sindh e del Baluchistan. 

 

Per ogni altra informazione consutate il sito "Il visto per l'Italia"

logovisti1

 


42